Diagnosi Energetica

Diagnosi Energetica

 Il D.Lgs. 102/2014 (nello specifico art.8) ha introdotto l’obbligo per le Grandi Imprese e per le Imprese Energivore della Diagnosi Energetica da realizzare in prima istanza entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni, da parte di soggetti certificati, quali la ESCo.

Nello specifico l’art. 8 del decreto riporta:

 1. Le grandi imprese eseguono una diagnosi energetica, condotta da società di servizi energetici, esperti in gestione dell'energia o auditor energetici e da ISPRA relativamente allo schema volontario EMAS, nei siti produttivi localizzati sul territorio nazionale entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni, in conformità ai dettati di cui all'allegato 2 al presente decreto. Tale obbligo non si applica alle grandi imprese che hanno adottato sistemi di gestione conformi EMAS e alle norme ISO 50001 o EN ISO 14001, a condizione che il sistema di gestione in questione includa un   audit energetico realizzato in   conformità   ai   dettati   di   cui   all'allegato   2 al presente decreto. I risultati di tali diagnosi sono comunicati all'ENEA e all'ISPRA che ne cura la conservazione.

2. Decorsi 24  mesi dalla data di entrata   in   vigore   del   presente  decreto,  le  diagnosi  di  cui  al  comma  1   sono eseguite  da  soggetti certificati  da  organismi  accreditati  ai  sensi  del   regolamento comunitario n. 765 del 2008 o firmatari degli accordi   internazionali di mutuo riconoscimento, in base alle norme UNI CEI  11352,  UNI  CEI 11339 o alle  ulteriori  norme  di  cui  all'articolo  12,  comma  3,relative agli auditor energetici,  con  l'esclusione  degli  installatori  di  elementi    edilizi    connessi    al    miglioramento    delle prestazioni energetiche degli edifici.

 

TEA Servizi, in qualità di ESCo certificata secondo la norma UNI CEI 11352, offre alle Aziende l’opportunità di:

  1. Realizzare una Diagnosi Energetica completa ai sensi del D. Lgs. 102/2014, in conformità alle norme tecniche UNI CEI/TR 11428 e UNI CEI EN 16247, che copre tutti gli aspetti tecnico-economico-gestionali e che include una definizione dettagliata del piano di miglioramento energetico e dei relativi incentivi;

  2. Verificare la completezza e la corrispondenza alla norma vigente di Diagnosi Energetiche già predisposte e realizzate dalle Aziende o da altri operatori del mercato;

  3. Valutare e realizzare gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica presso le Aziende, anche relativamente a Diagnosi Energetiche già predisposte e realizzate dalle Aziende o da altri operatori del mercato.

Vedi schema diagnosi energetica


DIAGNOSI 2019

La prossima scadenza è nel 2019; le diagnosi successive alla prima dovranno essere eseguite basandosi sui dati di consumo energetici dell’anno precedente registrati da un sistema di monitoraggio in osservanza dell’articolo 8 del d.lgs. 102/2014.

In tale modo si intende che nelle diagnosi successive alla prima devono esserci contatori dedicati attraverso un’opportuna copertura di sistemi di strumentazione, di controllo e di gestione, in modo che i parametri energetici ad esse relativi possano avere un’affidabilità crescente con la progressiva implementazione di detti sistemi.

E’ quindi opportuno attivarsi da subito per definire quali siano le integrazioni da attuare con quanto già presente in azienda al fine di monitorare i consumi energetici per tutto l’arco temporale del 2018

TEA Servizi è il partner ideale per lo sviluppo di una soluzione di monitoraggio energetico intelligente, semplice, intuitivo e calibrato secondo le esigenze dell’azienda.